348 7454542 
via Di Casaglia 16

Quella deliziosa cotoletta.....

Come viene fatto uno dei cibi più amati dai nostri figli

Quella deliziosa cotoletta…..

Quante volte vi è capitato di andare a mangiare con tutta la vostra famiglia e di imbattervi in quei perfetti menù per bambini che proponevano cotoletta o crocchette di pollo, il tutto accompagnato da una valanga di patatine fritte?

schnipo-1837703__480Eh già….proprio quello!

Mi sono decisa a scrivere riguardo questo argomento quando la mia seconda figlia al supermercato mi ha chiesto di comprare quelle buonissime cotolette che mangia a scuola…..e che io per un’incomprensibile crudeltà mi rifiuto di scegliere al supermercato o al ristorante.

Cerchiamo di capire di che cosa si tratta.

Partiamo dagli ingredienti: carne separata meccanicamente (CSM) o carne recuperata meccanicamente (CRM) in percentuale variabile, con l’aggiunta di emulsionanti.

Che cosa significa?

Si tratta dello scarto dell’industria alimentare. Carne separata per via meccanica dalle ossa di maiale oppure dalle carcasse di pollo o tacchino. Il recupero viene fatto attraverso un procedimento meccanico ad alta pressione. Cio’ prevede il passaggio delle carcasse in apposite presse e setacci per eliminare i residui di ossa. Infine si procede con l’aggiunta di emulsionanti (per lo più acqua ed enzimi) fino ad ottenere  una specie di poltiglia di colore rosa.

imagesB57BNCCKQuesto composto è molto facile da lavorare e prende il nome di pink slime. Si trova nell’impasto dei tortellini industriali nei wurstel e nei polpettoni confezionati.

imagesII8R9IQH

Nel 2010 la commissione europea ha espresso dei dubbi sull’utilizzo di queste carni per i possibili rischi per la salute. Il discorso si è concluso con un divieto di produzione a partire da bovini, ovini e caprini.

In seguito, nel 2012 il Ministero della Salute italiano ha rilevato la presenza di salmonella nel 12.5% dei campioni analizzati e di Escherichia Coli nel 15% dei casi.

Il rischio di salmonella veniva abbattuto dalla raccomandazione di cottura prima dell’utilizzo, al contrario, l’Escherichia Coli  non rappresentava alcun rischio dal momento che è contenuto nell’intestino umano.

Pertanto questo prodotto da un punto di vista strettamente microbiologico non è dannoso per la nostra salute. Ma le sue proprietà nutrizionali sono scarsissime e il contenuto di sodio è molto elevato.

Se la prendiamo al supermercato: ricordiamo di leggere bene l’etichetta!

Gli ingredienti sono elencati in ordine di quantità: dal più rappresentato fino alle tracce.

Consideriamo che si tratta di prodotti pre-fritti e che un’occhio va dato anche alla tipologia di olio che è stata utilizzata. Spesso si tratta di olio di colza o di olio di palma.retro-1321078__480

Se proprio non vogliamo rinunciare a quella deliziosa cotoletta facciamola noi in casa, con una carne di qualità una gustosa impanatura e delle uova biologiche o da allevamento all’aperto…scegliamo il prodotto migliore….scegliamo il nostro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arianna Corbu

Mi occupo di prevenzione ed educazione alla salute, di sovrappeso e obesità a tutte le età: bambini, adolescenti, adulti sani o con patologie accertate dal medico curante.
Svolgo la mia attività a Bologna, Castelfranco Emilia e San Giovanni in Persiceto.

I miei recapiti

Email:aricorbunutrizionista@gmail.com
Cell: 3487454542

Scrivimi ora